Una riserva petrolifera del valore di quasi $ 1 trilione di dollari è stata recentemente portata alla luce sotto il Texas occidentale, secondo gli Stati Uniti Geological Survey. I 20 miliardi di barili stimati sono valutati fino a 900 miliardi di dollari. A tre volte la dimensione dei giacimenti petroliferi Bakken nel Nord Dakota, potrebbe essere il più grande deposito negli Stati Uniti. La riserva si trova nello scoglio di Wolfcamp nel bacino del Permiano, nel Texas occidentale, una delle aree più produttive per il petrolio del paese.

Nonostante la crescita delle energie rinnovabili e dell'energia nucleare e la diminuzione globale dell'uso del carbone, la maggior parte del mondo dipende ancora pesantemente dal petrolio. Il nostro mezzo di trasporto dipende in particolare da esso, fino a quando non avrà luogo una forte rivoluzione nella produzione.

MIRA OBERMAN / AFP / Getty Images

Proprio mentre Obama ha recentemente interrotto l'oleodotto Keystone originario di Alberta, questa nuova fonte sembra promettente sotto l'amministrazione del combustibile pro-fossile di Trump. Tutto il petrolio sotto il Texas è recuperabile e utilizzabile, senza nulla impedisce al governo federale di estrarlo. Molto probabilmente useranno il controverso metodo del fracking, che è stato collegato a terremoti localizzati in Oklahoma.

Mentre 20 miliardi di barili suona come un sacco di petrolio, attualmente utilizziamo circa 1.200 barili al secondo su un totale di 1,14 miliardi di barili esistenti sul pianeta. Altri importanti giacimenti petroliferi hanno spesso sfide più grandi a causa dei forti costi di sviluppo o delle sanzioni governative, come il Carioca-Sugar Loaf da 33 miliardi di galloni al largo delle coste del Brasile, oi 31 miliardi di litri di campi di Ferdows, Mound e Zagheh al largo dell'Iran .

Gli ulteriori 20 miliardi ci darebbero solo 193 giorni in più di consumo e consumo di petrolio prima di finire in 37 anni. Speriamo che, a quel punto, avremo quella rivoluzione energetica.

Consigli Dalle Stelle:
Commenti: