Come cantava famoso Kenny Rogers, "Devi sapere quando tenerli e sapere quando chiuderli". Apparentemente le persone in questa lista non hanno ricevuto quel memo. Nel corso della storia ci sono stati infiniti esempi di persone che hanno avuto un grande successo finanziario che non dura. I ricchi sono umani e sono quindi inclini a prendere decisioni sbagliate proprio come chiunque altro. Se non altro, la fiducia e l'ego che la ricchezza porta possono mettere alcuni milionari e miliardari in una caduta massiccia.

Molto semplicemente, solo perché hai fatto una fortuna, non significa necessariamente sapere come mantenere quella fortuna. Diverse persone in questa lista hanno dimostrato questa teoria in vanga. Tutti hanno bisogno di imparare a vivere con i propri mezzi, anche i più ricchi tra noi. Le seguenti 10 persone apparentemente hanno avuto tutto: denaro, stili di vita sontuosi, qualsiasi cosa e tutto ciò che il denaro potrebbe comprare - e ha perso tutto. Queste persone passarono dalle stalle alle stelle e poi tornarono di nuovo agli stracci. Dovremmo sentirci male per loro? Potresti recuperare dopo aver ottenuto un così grande successo e ritrovarti di nuovo in discarica?

Terry Wyatt / Getty Images

M.C. Martello

Tutti conoscono il M.C. storia, VH-1 ha fatto un Behind the Music nel suo ascesa e caduta. Se fossi vivo nei primi anni '90, non c'è dubbio che l'era fosse "Hammer time" e M.C. L'U di Hammer non può toccare Ciò era OVUNQUE. Ha realizzato circa $ 30 milioni al picco della sua carriera e non ha perso tempo a spendere fino all'ultimo centesimo e poi alcuni. M.C. Hammer ha speso una tonnellata nel suo entourage di amici, familiari e grucce; auto, giocattoli costosi e cattivi investimenti immobiliari.

Hammer è un classico esempio di "troppo in fretta" e prima del 2000, aveva presentato istanza di fallimento a causa del suo enorme debito. Non sapeva come gestire le sue finanze, non aveva nessuno intorno a sé che voleva aiutarlo piuttosto che usarlo per i suoi soldi, e ha perso tutto. Hammer è ora un pastore in California.

Jordan Belfort

Il film di Leonardo DiCaprio Wolves of Wall Street è basato su Belfort, un agente di borsa multimilionario che ha vissuto uno stile di vita sontuoso di costosi yacht (di cui uno di proprietà di Coco Chanel), aerei privati, donne, champagne e cocaina prima di essere beccato dal Federali per la frode e il riciclaggio di denaro. Stava guadagnando $ 250 milioni all'anno all'età di 25 anni facendo galleggiare offerte losche ai suoi clienti dal suo locale caldaia come la ditta Stratton Oakmont, che era l'ispirazione per il film Boiler Room. La società di Belfort è stata progettata per "pompare e svuotare" le azioni pubblicizzando le loro prospettive e rapidamente incassando il prezzo.

L'FBI tolse a Belfort la sua fortuna e lo costrinse a ripagare centinaia di milioni di dollari dovuti agli altri agenti di cambio. Belfort trascorse 22 mesi in prigione. Ha scritto due memorie sulla sua passata attività criminale, The Wolf of Wall Street nel 2008 e Catching the Wolf di Wall Street nel 2009. Belfort ora vive in California e ora si guadagna da vivere come speaker motivazionale.

Allen Stanford

Allen Stanford è un ex finanziere di primo piano che sta scontando una pena detentiva di 110 anni per essere accusato di accuse che la sua società di investimento era un gigantesco schema di Ponzi e una frode. Era il presidente dello Stanford Financial Group e fu incaricato di organizzare una cospirazione per squalificare gli investitori dal denaro. Per cosa ha usato quei soldi? Bene i finanziamenti per il suo stile di vita sontuoso, ovviamente. Il SEC ha accusato Allen Stanford di "massicce frodi in corso" incentrate su uno schema di investimento da otto miliardi di dollari. La SEC ha detto che Stanford ei suoi complici hanno gestito un massiccio schema Ponzi, sottratto indebitamente miliardi di dollari di denaro degli investitori e falsificato gli archivi della Stanford International Bank per nascondere le loro frodi.

Sean Quinn

Sean Quinn è un uomo d'affari irlandese. Nel 2008 è stato la persona più ricca in Irlanda con un patrimonio netto di $ 6 miliardi, ma nel 2011 ha presentato istanza di fallimento. Questa perdita di ricchezza incredibilmente veloce deriva da una pessima decisione commerciale. Quinn ha investito il 25% della ricchezza della sua famiglia in Anglo Irish Bank, ammontando a circa $ 2,8 miliardi. Tranne che ha commesso il grave errore di prendere in prestito i soldi per l'investimento dalla sua compagnia di assicurazioni. Anglo Irish Bank è quasi crollata durante la recessione del 2008 e la conseguente crisi finanziaria ha colpito l'Irlanda. Ciò mise in debito di miliardi di dollari Quinn e lo costrinse a rinunciare al controllo della sua compagnia. Questo intero casino avrebbe potuto essere evitato se Quinn non avesse investito denaro controllato dalla sua compagnia di assicurazioni e se avesse prestato attenzione al polso finanziario del suo paese. Qualcuno nel suo settore avrebbe dovuto vedere il crollo arrivare abbastanza da essere in grado di uscire. Non l'ha fatto. E l'ha pagato.

George Foreman

Valore netto di George Foreman / DALE de la REY / AFP / Getty Images

George Foreman, pugile americano in pensione, ex due volte campione dei pesi massimi e medaglia d'oro olimpica non era sempre noto per le sue griglie ei suoi numerosi figli di nome George (e Georgina). L'ex, una medaglia d'oro olimpica del 1968, fu coinvolto in alcuni dei combattimenti più famosi di tutti i tempi, tra cui il famoso "Rumble in the Jungle" del 1974, dove perse la difesa del suo due volte titolo dei pesi massimi a Muhammed Ali.

Negli anni '80, Foreman era sull'orlo della bancarotta. Questa paura della rovina finanziaria lo spinse a rientrare nel ring a 45 anni e riguadagnare il titolo dei pesi massimi contro Michael Moorer nel 1994. Questa seconda possibilità di successo gli permise di pagare milioni di dollari di debiti e di avviare una nuova carriera come imprenditore con il suo ormai onnipresente George Foreman Grills.Milioni di griglie Foreman sono state vendute e George ha combattuto fino a un conto in banca da $ 200 milioni. Non troppo malandato!

Willie Nelson

La leggenda della musica country Willie Nelson doveva debiti per $ 16,7 milioni all'IRS quando dichiarò bancarotta nel 1990. Il governo prese i suoi conti bancari e la sua proprietà immobiliare in sei stati. Nelson non ha perso il suo senso dell'umorismo per la debacle finanziaria, e ha pubblicato un doppio album intitolato The IRS Tapes: Who'll Buy My Memories. Tutti i profitti dell'album sono andati direttamente all'IRS. I suoi debiti vennero pagati entro il 1993. Nelson in seguito fece causa a Price Waterhouse per aver gestito male la sua fortuna.

Bjorgolfur Gudmundsson

Questo ex miliardario islandese ha visto svanire il suo patrimonio netto di $ 1,1 miliardi quando lui e suo figlio e socio Thor (un ex patrimonio di 3,5 miliardi di dollari) sono stati colpiti dalla crisi del credito nel loro paese. I soci padre e figlio erano i principali azionisti di una banca (Landsbankin) a cui era stata sottoposta. Quando è andato giù, così ha fatto il patrimonio di Gudmundsson. Bjorgolfur Gudmundsson è stato anche sospettato di essere coinvolto in frodi e appropriazione indebita.

Johnny Unitas

Unitas è un leggendario quarterback che è stato tra i migliori guadagni del campionato. Il suo primo contratto con i Baltimore Colts nel 1956 era di $ 7.000 ($ 60.000 in dollari di oggi). Il suo ultimo contratto nel 1973 con i San Diego Chargers era di $ 250.000 ($ 1,3 milioni oggi) con un bonus di $ 175.000 ($ 921,812 oggi). Unitas diversificò i suoi soldi, dilettandosi in beni immobili, ristoranti e altre industrie. Con un colpo di vera sfortuna, ogni azienda in cui investì fallì e dichiarò bancarotta nei primi anni '90. Quando morì 11 anni dopo, ci fu una causa nel suo patrimonio a causa di tutti i crediti inesigibili da parte delle imprese fallite.

È interessante notare che, verso la fine della sua vita, Unitas ha portato l'attenzione dei media sulle molte disabilità fisiche permanenti che lui e i suoi compagni hanno sofferto durante la loro carriera prima che l'imbottitura pesante e altri dispositivi di sicurezza diventassero popolari. Unitas ha perso l'uso quasi totale della mano destra, con il dito medio e il pollice notevolmente sfigurati dall'essere ripetutamente rotto durante le partite.

Scott Eyre

Scott Eyre è un ex lanciatore di MLB per i Chicago White Sox e Cubs, Toronto Blue Jays, San Francisco Giants e Philadelphia Phillies. Ha fatto parte del team 2008 delle World Series Phillies. Eyre è stato vittima dello schema fraudolento da un miliardo di dollari di Allen Stanford. Ha investito con Stanford e ha perso quasi tutti i suoi soldi come risultato. Nel 2009 Eyre ha ammesso di essere al verde e ha dovuto ricevere un anticipo sul suo salario dai Phillies.

Bonus: Kim Dotcom

Kim Dotcom / Simon Watts / Getty Images

Kim Dotcom è nato Kim Schmitz nel 1974. È anche conosciuto come Kimble e Kim Tim Jim Vestor. È un imprenditore di Internet, imprenditore e hacker tedesco-finlandese che risiede attualmente in Nuova Zelanda. È il fondatore di Megaupload, così come il suo sito successore, Mega. Megaupload era un servizio di condivisione file online che calpestava la violazione del copyright e non era sempre sul lato destro di quella linea. Negli anni '90, Dotcom è stata accusata di abuso di informazioni privilegiate, appropriazione indebita e frode informatica. Oggi Dotcom è accusata di aver causato perdite per 500 milioni di dollari all'industria dell'intrattenimento, consentendo il caricamento di contenuti piratati sul suo sito web. Megaupload ha avuto 150 milioni di utenti registrati prima che l'FBI lo chiudesse durante un raid nel 2012. Il governo ha distrutto efficacemente l'intera attività di Megaupload con un solo tocco di switch. Dotcom sta ancora combattendo i tentativi degli Stati Uniti di estradarlo e cercare di far rivivere il suo impero economico. La sua ultima impresa, Mega, è un servizio di cloud storage che utilizza una sofisticata crittografia per proteggere gli utenti dall'invasione della privacy da parte del governo.

Consigli Dalle Stelle:
Commenti: