Patrimonio netto di Ayrton Senna: Ayrton Senna era un pilota di auto da corsa brasiliano di Formula 1 che aveva un patrimonio netto di $ 400 milioni al momento della sua morte nel 1994. Ayrton Senna da Silva è nata il 21 marzo 1960 a San Paolo, in Brasile. Senna è stata ampiamente considerata come uno dei più grandi e abili conducenti di tutti i tempi. Ha iniziato a guidare i kart fin dalla tenera età. La sua prima gara registrata è stata una divertente gara di go-kart, all'età di quattro anni. Ha disegnato molto per la pole position e ha vinto la sua gara. A 17 anni ha vinto il campionato sudamericano di Kart. Nei primi anni '80 si è trasferito in Inghilterra per promuovere la sua carriera nelle corse automobilistiche. Nel 1981, ha vinto il campionato britannico Formula Ford 1600. Fu in quel periodo che decise di usare il nome da nubile di sua madre di Senna, piuttosto che il molto più comune de Silva, che era il nome di suo padre. Nel 1982, ha fatto ulteriori progressi, vincendo la Formula Ford europea e britannica 2000 e nel 1982, Senna ha vinto due campionati europei; la Formula Ford europea e britannica del 2000. Fu inserito nel team Toleman per la Formula 1 1984, poi si unì ad Alain Prost alla McLaren-Honda, una delle migliori squadre di Formula Uno. Nel 1994, ha firmato un contratto con la Williams. La terza gara della stagione si sarebbe tenuta a Imola, San Marino. Il fine settimana, tuttavia, è stato segnato da incidenti e tragedie. Nel round di prove libere del venerdì, il suo connazionale Rubens Barrichello è stato gravemente ferito in un incidente quando la sua auto della Jordan si è rovesciata, infrangendosi contro una recinzione. Il giorno seguente, sabato, il rookie driver austriaco Roland Ratzenberger è stato ucciso quando si è schiantato contro un muro di cemento. Senna aveva incontrato solo recentemente Ratzenberger, ma era emotivamente colpito dalla tragica perdita. Ayrton Senna andò a vedere la scena dell'incidente, scavalcando la recinzione medica per vedere il luogo dell'incidente. Senna ha trascorso il suo ultimo incontro mattutino con gli altri piloti e considerando come migliorare al meglio la sicurezza dei piloti per la Formula Uno. Al 7 ° giro, anche Senna ha avuto un incidente mortale. Sull'angolo ad alta velocità di Tamburello, l'auto ha lasciato la pista a circa 330 miglia all'ora (330 km / h), colpendo il muro di contenimento del cemento a circa 135 miglia all'ora (217 km / h). Anche se è stato ricoverato in ospedale, è stato dichiarato deceduto all'arrivo. La sua morte fu un grande shock per il mondo dello sport, e in particolare del Brasile. Si stima che più di tre milioni di persone hanno allineato le strade di San Paolo per il ritorno del suo corpo.

Consigli Dalle Stelle:
Commenti: