Dennis Quaid e ora l'ex-moglie Kimberly hanno dato il tocco finale al loro divorzio, ei dettagli finanziari del loro insediamento sono ora disponibili per l'esame pubblico, per gentile concessione di TMZ.

La parte più importante dell'insediamento - la custodia dei gemelli di dieci anni della coppia - è uno split del 75/25%, con Kimberly che ottiene la porzione più grande. Nell'assistenza all'infanzia, Dennis dovrà guadagnare $ 13.750 al mese, a meno che non abbia un buon anno e guadagni più di $ 1,3 milioni, nel qual caso l'obbligo di mantenimento dei figli aumenta. Nel supporto sponsale, è una somma forfettaria di $ 2 milioni, più un altro milione per pareggiare la divisione della proprietà:

'[S] tiene la sua Mercedes 2014, ottiene la Land Rover 2007, la Mercedes del 2012 e la Honda del 2013. Ottiene il loro blocco a Austin, e stanno dividendo il ricavato dalla vendita della loro casa di famiglia.'

Kimberly ha chiesto il divorzio nel 2016, ma in realtà è stata la seconda volta che lo ha fatto. Ella è rientrata per la prima volta nel 2012, ma ha finito per ritirarla prima che la divisione effettivamente prendesse. Nel 2016, hanno rilasciato una dichiarazione di adesione a TMZ sulla divisione:

"Dopo un'attenta riflessione, abbiamo deciso di terminare il nostro matrimonio di 12 anni, la decisione è stata presa in modo amichevole e con reciproco rispetto l'uno verso l'altro, resteremo sempre grandi amici e partner devoti nel crescere i nostri figli".

David Livingston / Getty Images

La coppia ha anche fatto notizia nel 2008, quando ha fatto causa e alla fine ha raggiunto un accordo con Cedars-Sinai Medical Center per una procedura fallita dopo la nascita dei gemelli che ha quasi ucciso la coppia poco dopo essere stati consegnati.

Dennis e Kimberly si sono risposati nel 2004, e tutti i pagamenti residui che Dennis ottiene dai suoi film prima che fossero sposati rimangono suoi e suoi soli. Ma i residui dei film che ha fatto dopo essersi sposati si sono divisi tra loro due su una base 50/50.

Consigli Dalle Stelle:
Commenti: